Presentazione a Bologna di Un mondo logistico. Sguardi critici sul lavoro, migrazioni, politica e globalizzazione

Presentazione a Bologna di Un mondo logistico. Sguardi critici sul lavoro, migrazioni, politica e globalizzazione

Presentazione a Bologna di Un mondo logistico. Sguardi critici sul lavoro, migrazioni, politica e globalizzazione

2981 2212 Into the Black Box

Un mondo logistico. Sguardi critici sul lavoro, migrazioni, politica e globalizzazione (Ledizioni)

Venerdì 11 ottobre 2019, ore 19:00

Libreria Modo Infoshop

via Mascarella 24/b, 40126 Bologna

Con i curatori, Niccolò Cuppini e Irene Peano, ne discuteranno Sandro Mezzadra (Unibo) e il collettivo Into the Black Box (www.intotheblackbox.com).


A luglio è uscito il volume Un mondo logistico. Sguardi critici su lavoro, migrazioni, politica e globalizzazione per la collana Hórisma de Ledizioni. Si tratta di un volume collettaneo curato da Niccolò Cuppini e Irene Peano con saggi di Sandro Mezzadra, Mattia Frapporti, Maurilio Pirone e Irene Peano. Inoltre contiene un’intervista a Deborah Cowen e la traduzione di un noto articolo di Anna Tsing sulla non-scalabilità. In chiusra una postfazione di Brett Neilson e Giorgo Grappi.

Qua tutte le info sulla pubblicazione: http://www.intotheblackbox.com/events/out-now-un-mondo-logistico-sguardi-critici-su-lavoro-migrazioni-politica-e-globalizzazione/

Il libro traccia diverse traiettorie d’analisi per la comprensione del nostro presente tramite quello che Into the Black Box ha definito uno sguardo logistico. Negli ultimi anni il settore logistico, infatti, è stato attraversato da un lato da una significativa serie di scioperi, mobilitazioni e vertenze che hanno portato in luce i soggetti e i luoghi attraverso i quali quotidianamente vengono fatte circolare le merci; dall’altro, è emerso un importante corpus di studi che attraverso numerose discipline ha adottato la logistica come lente analitica cruciale per comprendere i processi di globalizzazione e le trasformazioni dei territori, i rapporti geopolitici e geoeconomici, le trasformazioni dei modi di produzione e le nuove frontiere del lavoro e del consumo. Il volume adotta la prospettiva logistica evidenziando il suo carattere prismatico, cercando di spingere l’analisi verso direzioni ancora parzialmente inesplorate: dalle migrazioni alla riproduzione sociale, dalla genealogia delle politiche europee alle trasformazioni urbane, passando attraverso prospettive storiche di lunga durata e approcci critici all’analisi della globalizzazione e della sua governance.